ZAP E IDA
UN'ASSOCIAZIONE A DELINQUERE
DI STAMPO UMORISTICO

Per il “vuotamari”, che artigianalmente preleva secchi d’acqua dal mare e la fa bollire per compensare l’effetto serra, prevedono dai 2 ai 5 milioni di posti di lavoro. Mercato molto più asfittico,invece per mestiere di “sbendamummie”, dicono Ida e Zap: 18 posti in tutto per andare in Egitto, sbendare – appunto – mummie, rivendere le bende alla sanità taglieggiata. Gli ultimi giorni di campagna elettorale, a Bologna, loro hanno ben pensato di alleggerirli cosi, con qualche lieve risata. Ragiona Ida: “Berlusconi sfodera percentuali su un mercato del lavoro in espansione, noi elenchiamo un bel po’ di altre opportunità”. Tutte da ridere, ma è proprio questo il bello. Così, per esempio, ecco l’assaggialiquidi e il balliere. Il primo davanti ai supermercati mette a repentaglio palato o stomaco accertando la qualità delle acque minerali; il secondo racconta frottole a pagamento. C’è poi il ciccheraio, destinato – giurano – a far soldi a palate raccogliendo cicche di sigarette e rivendendole ai tabagismi quando il fumo sarà fuorilegge ovunque. Edito da Giunti di Firenze, che con Zap e Ida inaugura la collana Endorfine, è stato presentato alla Fiera del libro per i ragazzi. E’ bene precisare che nulla, nel libro e negli autori, è politicamente corretto. Delle battute salaci, degli irriverenti guizzi di umorismo, hanno fatto compiaciuti strumenti di espressione (e ribellione). Zap, dal tratto velocissimo, dice: abbiamo deciso per uno smontaggio della mostra di buon auspicio, l’8 aprile, il giorno dopo si andrà alle urne... A far da contraltare all’intelligente ironia di Ida e Zap, alcune stralunatezze da campagne elettorale. Per esempio: una ricerca monumentale, puntigliosa e accurata, su fatti e misfatti di Ilvio Erlusconi. Altro libro, stampato con mezzi quasi di fortuna da tale Alois Grassani. Nel titolo il nome senza iniziali del premier , “perché”, ha spiegato l’autore in un centro sociale bolognese, “quando scrivevo il nome per intero si bloccava il computer”.

Primo della nuova collana di libri umoristici della Casa Editrice Giunti di Firenze, intitolata “Endorfine”, “Art. 1 Se ridere fa bene alla salute, il volume è un vero e proprio pronto soccorso per combattere musi lunghi e depressione, proponendo alcune decine di nuovi lavori, descrizioni in rima di varianti sul tema e consigli utili per chi intendesse affrontare lavori tradizionali. Il tutto condito da centinaia di spiritose inserzioni “lavoro cercasi e lavoro offresi’’. L’intera collana di “Endorfine” è stata affidata al collaudato e diabolico duo di umoristi Zap e Ida, bolognesi d’adozione, ma di origini rispettivamente mantovane lui,e veneziane lei,

CARBONARA. Edito lo «Smail Buc», ovvero il decalogo del buon umorista di Zap. Siate se fateci ridere. Si, per ironia della storia far ridere è divenuto un mestiere vero e proprio, con una deontologia ad hoc. Questo è il messaggio lanciato dallo «Smail Buc», l’ultima fatica del vignettista carbonarese Zap, assieme ad Ida, teorica della comprensione, edito da Giraldi Editore (Bologna). Il suddetto è un decalogo per designer umoristici in erba ed è pure un testo parascolastico, frutto di oltre mille seminari formativi nelle scuole di ogni ordine e grado. «Smail Buc» può definirsi dunque un manuale per attraversare il confine dell’humour e trasformarsi da spettatore ad attore. Se fantasia e mano felice vi assistono, Zap e Ida vi indirizzano anche alle rassegne tematiche e alle professioni relative: vignettista o cartoonist, fumettista, illustratore, animatore, pubblicitario, ecc.

Spettacoli di cabaret in Italia

In Italia il panorama di cabaret è ampio e variegato, ricco di figure che hanno segnato la storia della comicità italiana e che si sono distinti per la loro speciale eloquenza e capacità di intrattenere qualsiasi pubblico. Grinta, creatività, umorismo, satira, ironia e grande abilità di stare sul palco sono le caratteristiche principali di coloro che hanno fatto strada in questo campo. I siti in cui poter vedere qualche rappresentazione divertente e avvicinarsi di più al repertorio cabarettistico italiano sono davvero tanti.

In questo senso, abbiamo deciso di darvi un piccolo consiglio: se vi trovate a Milano potreste far sosta al Teatro Arcimboldi, uno dei più importanti teatri italiani che si occupa di rappresentazioni teatrali, spettacoli di musica, varietà e cabaret comici di alta qualità. Per passare una serata all’insegna dell’allegria e del divertimento, potreste chiedere ad amici, parenti o escort Italia dal http://www.escortforumit.xxx di accompagnarvi ad uno dei tanti eventi in programma, soprattutto durante il fine settimana.

Qui ad esempio hanno fatto moltissimi numeri di spettacolo il trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo, famosissimi in tutta Italia per via delle loro battute pronte, della freschezza dei loro personaggi e delle situazioni comiche raccontate, della costruzione e sviluppo di ogni singolo sketch. Sia a teatro che al cinema, questo gruppo di comici, che ha trascorso anni e anni lavorando sempre insieme, a stretto contatto fra loro ( ricordiamo le fantastiche scenette all’interno dello spettacolo di Anplagghed), viene attualmente considerato una pietra miliare della comicità italiana. Non è un caso che i fan che li seguono siano tantissimi e che gli incassi dei loro film comici siano veramente notevoli.

Altra figura di spicco in questo settore è certamente Claudio Bisio, attore e presentatore versatile, dalla risata contagiosa. Importantissima è stata la sua presenza per le edizioni passate del celeberrimo Zelig Circus. Questo comico viene apprezzato grazie alla sua particolare verve, al suo spirito capace di sprizzare energia da tutti i pori e alle sue doti di adattarsi a qualsiasi parte gli venga assegnata. Per tale ragione, sebbene notoriamente associato alla figura di show e programmi televisivi dedicati alla risata e alla comicità, anche per quanto riguarda la produzione cinematografica si è rivelato essere un professionista molto brillante, soprattutto nelle interpretazioni di ruoli complessi e delicati.

E per ultimo, come non menzionare la simpatia e ironia della coppia Paolo Kessisoglu e Luca Bizzarri? Diventati un fenomeno popolare soprattutto grazie agli sketch del programma serale di Camera Café, dove i due interpretano le bizzarre e divertenti avventure di due colleghi di lavoro e del loro ambiente lavorativo, questi due attori in realtà si dedicano all’arte del teatro in tutte le sue forme.

In varie occasioni hanno saputo giostrarsi come conduttori e attori di film sia comici che drammatici (Kessisoglu per altro è un bravissimo musicista) e sono riusciti a conquistarsi un gran numero di fan e appassionati delle loro esibizioni e della loro raffinata comicità. Ma la lista di spettacoli di cabaret e figure comiche che meritano attenzione è ancora lunga. A voi il compito di scoprirla e apprezzarla, così come lo fa il pubblico italiano.